Si possono congelare i Marroni?

Castagne tutto l’anno, ti sembrerà impossibile ma si può.

Ormai siamo in autunno, l’aria è frizzante, le foglie si tingono di giallo e di arancione, si spande per le strade profumo di caldarroste. 

Se anche a te l’aroma dei marroni fa venire l’acquolina in bocca e pensi che sia un’ingiustizia non poter disporre di questo sensazionale frutto per tutto l’anno, sei capitato nel posto giusto.

Infatti, i marroni si possono congelare e, seguendo i nostri consigli, potrai sbizzarrirti in ricette dolci e salate a base di castagne anche in inverno e perfino in primavera inoltrata.

La scelta dei marroni.

Purtroppo, non tutte le castagne sono adatte al congelamento a lungo termine, quindi la prima cosa da fare è armarsi di pazienza e selezionare quelle integre, il che ti impedirà di congelare marroni che siano marce o vuote, o peggio che siano già state rosicchiate e assaggiate da qualche simpatico animaletto. Verifica che abbiano un buon odore, che il colore all’esterno sia lucido e omogeneo, e che la buccia non sia raggrinzita e non presenti forellini.

A questo punto immergile in una bacinella di acqua fredda per almeno un paio d’ore, dopodiché controlla se qualcuna è venuta a galla. Quelle che vengono a galla sono da scartare perché quasi certamente marce o bacate, mentre, al contrario, quelle piene resteranno sul fondo a causa del peso.

Ora puoi scolare i marroni, se necessario strofina via la terra in eccesso e tamponale con una canovaccio da cucina.

Come congelare i marroni: cotte o crude.

Puoi decidere se congelare i marroni al naturale o se cuocerle prima. Tieni a mente che i marroni crudi, una volta congelate, si manterranno per 10-12 mesi, mentre quelle cotte non più di 6 mesi. 

Congelare i marroni crudi

Esistono due modi per congelare i marroni crudi e la scelta dipende solo da come si intenderà mangiarle in seguito.

Per i marroni che, una volta scongelati, andranno bollite il procedimento è questo: incidi la buccia con un coltello lungo la parte bombata ed elimina tutto il guscio rigido. Riponi i marroni in un sacchetto per freezer, avendo cura di segnare sul sacchetto con un pennarello la data di congelamento e quella entro la quale andranno consumate. Quando sarà il momento di utilizzarle, non dovrai fare altro che immergerle in acqua calda salata senza farle scongelare. Trascorso qualche minuto potrai rimuovere la pellicina e procedere con la cottura. 

Invece, per i marroni che vorrai in seguito fare alla brace o in padella, incidi la buccia con un coltello lungo la parte bombata ma senza asportare tutta la buccia. Nel momento in cui le scongelerai potrai metterle direttamente in forno, sulla griglia o in padella. I tempi di cottura saranno un po’ più lunghi rispetto a quelli dei marroni freschi ma, fidati, il sapore non ne risentirà affatto.

Congelare le castagne cotte

Se la tua passione sono le castagne bollite e vuoi tenerne una scorta fino alla prossima primavera, non devi fare altro che aspettare che si siano raffreddate dopo la cottura e dividerle in porzioni, metterle negli appositi sacchetti per freezer e scongelarle ogni qual volta vorrai. Anche in questo caso è buona cosa scrivere a pennarello sul sacchetto la data di congelamento e la data entro la quale consumarle, non superiore a sei mesi.

Ovviamente, una volta scongelate, i marroni non andranno ricongelate.

Conclusione

Come vedi, il procedimento è molto semplice e, con un po’ di accortezze, ti permetterà di gustare questo delizioso frutto autunnale per molti mesi. Non ti resta che affrettarti a fare sorta di Marroni Antrodocani!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *